[recensione] Settanta volte sette. Controcanto conquista i Teatri del Sacro

“Perdonare le offese”.

Scalda il cuore quando, andando a teatro, ti trovi di fronte ad uno spettacolo davvero intenso e commovente, interpretato per di più da un gruppo di ragazzi giovani che riescono a creare una vera e propria partitura emozionale attraverso una drammaturgia, composta da loro stessi, calibrata in ogni suo aspetto, in grado di entrare delicatamente, ma in modo profondo, nei comportamenti, spesso contrastanti, dell’essere umano.

Mario Bianchi per Krapp’s Last Post, 8 luglio 2019

 continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *